Museo virtuale di Fisica - Museo Traversi
Scheda strumento
UK flag


Strumento Nº - Criterio di selezione Stampa scheda ufficiale

Macchina di Atwood
Datazione1806
CostruttoreGiuseppe Stefani (17??-1842)
Lo strumento, firmato "Giuseppe Steffani fece in Padova l'anno 1806", era un dispositivo assi noto ideato intorno al 1784 da George Atwood (1746-1807) per lo studio e la verifica della seconda e della terza legge di caduta dei corpi nel vuoto. La macchina (cui manca il corsoio per lo studio del "moto ritardato dei corpi ascendenti" ovvero del moto uniformemente ritardato) è corredata da un ricco set di masse d'ottone a forma di disco e di sbarretta. Dal Trattato dell'Abate Traversi si ricava che la macchina, appartenete alla sua ricca collezione privata, aveva due pendoli simili, uno lungo e uno corto (andato perduto).
Pagina del Museo Virtuale Macchina di Atwood
CataloghiVoce
Inv. 2016125Macchina di Atwood          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a84Macchina di Atwood con corredo
Inv. 1870126Macchina di Atwood con corredo
Inv. 183834Macchina di Atwood per misurare il moto accelerato dei gravi
Inv. 181842Macchina di Atwood per misurare il moto accelerato dei gravi
Sezionemeccanica
VetrinaIn sala
Stato di
conservazione
Incompleto
Funzionante
Danneggiato
Larghezza57.0 cm
Profondità57.0 cm
Altezza200.0 cm
Materiali ottone, stagno, piombo, legno, carta, vetro, spago
Fonti
Battelli A. - Cardani C., Trattato di fisica sperimentale ad uso delle università, Francesco Vallardi, Milano, 1916, Vol. 1, pag. 129, fig. 97
Bernardi G., Apparecchi di fisica, III Edizione, Ditta Prof. Gaetano Bernardi, Tranto, 1931, pag. 10, fig. 5064
Biot G.B., Trattato elementare di fisica sperimentale, Tipografia del giornale enciclopedico, Napoli, 1818, Vol. 1, pag. 100, Tav. I, fig. 42
Bouchardat A., Physique élémentaire avec ses principales applications, Germer Baillière, Paris, 1851, pag. 18, fig. 2
Clerc A., Fisica popolare, Edoardo Sonzogno, Milano, 1885, pag. 89, fig. 61
D'Ettingshausen, Elementi di Fisica, Carlo Turati Tipografo Editore, Milano, 1854, pag. 215, fig. 50
Daguin P. A., Cours de physique élémentaire avec les applications a la météorologie , E. Privat, Toulouse, 1863, pag. 48, fig. 50
Drion Ch. - Fernet E., Traité de physique élémentaire, G. Masson éditeur, Paris, 1877, pag. 32, fig. 31
Felice M., Elementi di fisica, Ditta G. B. Paravia e Comp., Torino, 1887/90, Vol. 1, pag. 87, fig. 42
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1861, pag. 32, fig. 29
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1883, pag. 35, fig. 31
Giordano G., Trattato elementare di fisica sperimentale e di fisica terrestre, Stabilimento tipografico di Federico Vitale, Napoli, 1862, Vol. 1, pag. 48, fig. 30
Jamin J., Piccolo trattato di fisica, B. Pellerano, Napoli, 1880, pag. 6, fig. 7
Matteucci C., Lezioni di fisica, Rocco Vannucchi, Pisa, 1847, pag. 31, Tav. 1, fig. 11
Milani G., Corso elementare di fisica e meteorologia, Editori della biblioteca utile, Milano, 1869, Vol. 1, pag. 89, fig. 35
Pinto L., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei, Cav. Antonio Moreno editore, Napoli, 1892, pag. 95, fig. 118
Privat Deschanel A., Trattato elementare di fisica, Fratelli Dumolard, Milano, 1890, pag. 43, fig. 33
Privat Deschanel A. - Pichot, Trattato elementare di fisica, Fratelli Dumolard, Milano, 1871, pag. 82, fig. 84
Ròiti A., Elementi di fisica, Le Monnier, Firenze, 1908, Vol. 1, pag. 73, fig. 73
Traversi A. M., Elementi di fisica generale, Antonio Curti, Venezia, 1822, Vol. 2, pag. 201, Tav. VII, fig. 91
Zantedeschi F., Trattato di fisica elementare, Tipografia Armena S. Lazzaro, Venezia, 1843/45, Vol. 1, pag. 35, Tav. I, fig. 7
Prestiti concessi
1) Napoleone a Campoformido: armi, diplomazia e società in una regione d'Europa. Villa Manin, dal 12/10/1997 al 11/01/1998, Passariano del Friuli (UD);
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.