Museo virtuale di Fisica - Museo Traversi
Scheda strumento
UK flag - Modifica questo strumento


Strumento Nº - Criterio di selezione Stampa scheda ufficiale

Sonometro
Datazione1861 - 1862
Il sonometro era uno strumento utilizzato per lo studio delle vibrazioni trasversali delle corde tese. In origine circolava con il nome di monocordo. Quando invece erano presenti una cassa di risonanza, più corde con, volendo, più scale musicali, allora si parlava di sonometro. Il nome sonometro deriva dal fatto che con esso era possibile misurare il numero assoluto delle vibrazioni nell'unità di tempo (frequenza) di un suono.
Pagina del Museo Virtuale Sonometro
CataloghiVoce
Inv. 2016 609Sonometro          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925b49Vecchio sonometro - Causa richiesta scarico: da cedere ad altro Istituto
Inv. 1870151Vecchio sonometro
Programmi64Monocordo
Sezioneacustica
VetrinaH
Stato di
conservazione
Incompleto
Funzionante P
Integro
Larghezza104 cm
Profondità14 cm
Altezza15 cm
Materiali ottone, ferro, legno
Fonti
Battelli A. - Cardani C., Trattato di fisica sperimentale ad uso delle università, Francesco Vallardi, Milano, 1923, Vol. 2, pag. 156, fig. 119.
Battelli A. - Cardani C., Trattato di fisica sperimentale ad uso delle università, Francesco Vallardi, Milano, 1913, Vol. 2, pag. 103, fig. 80.
Biot G.B., Trattato elementare di fisica sperimentale, Tipografia del giornale enciclopedico, Napoli, 1818, Vol. 2, pag. 312, Tav. IV, fig. 6.
Clerc A., Fisica popolare, Edoardo Sonzogno, Milano, 1885, pag. 629, fig. 462.
Drion Ch. - Fernet E., Traité de physique élémentaire, G. Masson éditeur, Paris, 1877, pag. 593, fig. 546.
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1861, pag. 138, fig. 124.
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1883, pag. 176, fig. 193.
Giordano G., Trattato elementare di fisica sperimentale e di fisica terrestre, Stabilimento tipografico di Federico Vitale, Napoli, 1862, Vol. 1, pag. 240, fig. 155.
Jamin J., Piccolo trattato di fisica, B. Pellerano, Napoli, 1880, pag. 539, fig. 502.
Matteucci C., Lezioni di fisica, Rocco Vannucchi, Pisa, 1847, pag. 129, Tav. 3, fig. 65.
Melloni M., Seguito di Fisica dell'anno 1828-1829, Manostritto cartaceo di F. Pianforini, Parma, 1829, pag. 74, fig. 104.
Milani G., Corso elementare di fisica e meteorologia, Editori della biblioteca utile, Milano, 1869, Vol. 3, pag. 161, fig. 89.
Murani O., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei e degli istituti tecnici, Heopli, Milano, 1906, Vol. 1, pag. 381, fig. 325.
Nollet J.A., Lezioni di fisica sperimentale, Giambattista Pasquali, Venezia, 1762, Vol. 3, pag. 306, Tav. XI/4, fig. 22.
Perucca E., Fisica generale e sperimentale, Unione Tipografico-Editrice Torinese, Torino, 1937, Vol. 1, pag. 478, fig. 512.
Pianforini F., Seguito delle lezioni di fisica del prof. M. Melloni, Autografo, Parma, 1828/29, pag. 74, fig. 104.
Pinto L., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei, Cav. Antonio Moreno editore, Napoli, 1892, pag. 243, fig. 275.
Privat Deschanel A. - Pichot, Trattato elementare di fisica, Fratelli Dumolard, Milano, 1871, pag. 627, fig. 592.
Ròiti A., Elementi di fisica, Le Monnier, Firenze, 1908, Vol. 1, pag. 328, fig. 276.
Zambra B., I principj e gli esperimenti della fisica, Francesco Vallardi, Milano, 1854, Vol. 2, pag. 507, fig. 234.
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.