Museo virtuale di Fisica - Museo Traversi
Scheda strumento
UK flag


Strumento Nº - Criterio di selezione Stampa scheda ufficiale

Radiometro di Crookes
Datazionefebbraio 1877
Lo strumento venne inventato da William Crookes (1832-1919) per mettere in evidenza la cosiddetta pressione della radiazione luminosa. Il termine radiometro (misuratore di radiazione) deriva dal fatto che la velocità di rotazione del mulinello risulta proporzionale all'intensità della radiazione che colpisce le palette.
Pagina del Museo Virtuale Radiometro di Crookes
CataloghiVoce
Inv. 2016764Radiometro di Crookes          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a255Radiometro di Crooks
Inv. 1870427Radiometro di Crooks
Sezioneottica
VetrinaJ
Stato di
conservazione
Completo
Funzionante D
Integro
Diametro8.0 cm
Altezza19.0 cm
Materiali ferro, legno, vetro, vernice
Fonti
Battelli A. - Cardani C., Trattato di fisica sperimentale ad uso delle università, Francesco Vallardi, Milano, 1913, Vol. 2, pag. 290, fig. 245
Galileo Officine, Apparecchi per l'insegnamento della fisica, Officine Galileo, Firenze, 1929, pag. 155, fig. 5374
Magrini R., Apparecchi per l'insegnamento della fisica, Officine Galileo, Firenze, 1940, pag. 132, fig. E686
Martelli V., Apparecchi per l'insegnamento della fisica, Soc. Italiana Apparecchi scientifici, Milano, 1956, pag. 18, fig. 430
Murani O., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei e degli istituti tecnici, Heopli, Milano, 1906, Vol. 2, pag. 163, fig. 144
Pinto L., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei, Cav. Antonio Moreno editore, Napoli, 1892, pag. 418, fig. 401
Resti E., Catalogo generale di apparecchi per l'insegnamento della fisica, Ditta Emilio Resti di Franco Brambilla, Pubblicazi, Milano, 1930, pag. 51, fig. 252
Tarquini A., Apparecchi di fisica, Antonio Tarquini, Roma, 1928, pag. 85, fig. 30050
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.