Museo virtuale di Fisica - Museo Traversi
Scheda strumento
UK flag - Modifica questo strumento


Strumento Nº - Criterio di selezione Stampa scheda ufficiale

Apparecchio di Trevelyan
Datazioneagosto 1887
Vi sono diversi modi di produrre un suono, ma questo, presentato nel 1829 da Arthur Trevelyan, è uno dei più curiosi. La barra, che presenta una piccola scanalatura al centro a bordi vivi, viene riscaldata alla fiamma e quindi appoggiata sul rocchetto di piombo. Le distorsioni termiche dovute al contatto con il corpo caldo, dilatano il piombo e ciò alza alternativamente i due punti di contatto della scanalatura con la base, mettono in oscillazione laterale l'intera barra: ciò produce un suono. Se si aumenta la pressione di contatto, il suono udito diventa più acuto. Anche in questo caso, la grafia del nome dell'inventore appare distorta nell'inventario del 1870.
Pagina del Museo Virtuale Apparecchio di Trevelyan
CataloghiVoce
Inv. 2016 627Apparecchio di Trevelyan          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a328Apparecchio di Treveyland
Inv. 1870561Apparecchio di Treveyland
Sezioneacustica
VetrinaI
Stato di
conservazione
Completo
Funzionamento NV
Integro
Larghezza27 cm
Profondità6 cm
Altezza6 cm
Materiali ottone, piombo, legno, lacca
Fonti
Matteucci C., Lezioni di fisica, Rocco Vannucchi, Pisa, 1847, pag. 443, Tav. 1, fig. 25.
Milani G., Corso elementare di fisica e meteorologia, Editori della biblioteca utile, Milano, 1869, Vol. 4, pag. 43, fig. 25.
Murani O., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei e degli istituti tecnici, Heopli, Milano, 1906, Vol. 1, pag. 357, fig. 306.
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.