Museo virtuale di Fisica - Museo Traversi
Scheda strumento
UK flag


Strumento Nº - Criterio di selezione Stampa scheda ufficiale

Galvanometro verticale
Datazione1890
Lo strumento sfrutta il principio del moltiplicatore (bobina di filo isolato), scoperto da Schweigger nel 1820. Il dispositivo, con il suo indice verticale, è chiaramente per scopo didattico-dimostrativo. La bobina è in realtà formata da due bobine indipendenti, una di filo grosso e piccola resistenza (impiego come amperometro), l'altra con filo fino e grande resistenza (utilizzo come volmetro). Il campo magnetico fa ruotare un'asta con due cilindri magnetici su cui è fissato l'indice. Tutto il telaio che sorregge la bobina è scorrevole sulla colonna, cui viene fissato tramite una vite a pressione.
Pagina del Museo Virtuale Galvanometro verticale
CataloghiVoce
Inv. 2016549Galvanometro verticale          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a346Galvanometro verticale
Inv. 1870590Galvanometro verticale
Sezioneelettrodinamica
VetrinaO
Stato di
conservazione
Completo
Funzionamento NV
Integro
Diametro20.0 cm
Altezza52.0 cm
Materiali
Fonti
Drion Ch. - Fernet E., Traité de physique élémentaire, G. Masson éditeur, Paris, 1877, pag. 471, fig. 429
Galileo Officine, Apparecchi per l'insegnamento della fisica, Officine Galileo, Firenze, 1929, pag. 210, fig. 5505
Premoli P., Nuovo dizionario illustrato di elettricit&agreve; e magnetismo, Soc. Editrice Sonzogno, Milano, 1904, Vol. 1, pag. 504, fig. 720
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.