Museo virtuale di Fisica - Museo Traversi
Scheda strumento
UK flag


Strumento Nº - Criterio di selezione Stampa scheda ufficiale

Batteria Nº 882
Datazione12 maggio 1920
Questo strumento è formato da sei bottiglie di Leida collegate in parallelo ovvero da sei condensatori le cui capacità si sommano per dare un condensatore più potente noto col termine di batteria di bottiglie di Leida. Si ricorda che fu Benjamin Franklin (1706-1790) che per primo pensò di unire tra loro più bottiglie. Un simile strumento venne utilizzato dapprima per accrescere la capacità delle macchine elettriche, con particolare sviluppo nel funzionamento dei tubi a vuoto, e poi come elemento capacitivo del circuito oscillante delle radio.
Pagina del Museo Virtuale Batteria Nº 882
CataloghiVoce
Inv. 2016488Batteria Nº 882          Numerazione provvisoria!
Inv. 1870882Bottiglie di Leida
Sezioneelettrostatica
VetrinaS
Stato di
conservazione
Completo
Funzionante
Integro
Larghezza54.0 cm
Profondità30.0 cm
Altezza36.0 cm
Materiali
Fonti
Battelli A. - Cardani C., Trattato di fisica sperimentale ad uso delle università, Francesco Vallardi, Milano, 1925, Vol. 4, pag. 191, fig. 114
Besso B., Le grandi invenzioni antiche e moderne, Fratelli Treves, Milano, 1875, Vol. 3, pag. 47, fig. 61
Biot G.B., Trattato elementare di fisica sperimentale, Tipografia del giornale enciclopedico, Napoli, 1818, Vol. 3, pag. 145, Tav. I, fig. 34
Cavallo T., Trattato completo d'elettricitá teorica e pratica, Gaetano Cambiagi stamp. Granducale, Firenze, 1779, pag. 209, Tav. I, fig. 10
Clerc A., Fisica popolare, Edoardo Sonzogno, Milano, 1885, pag. 696, fig. 510
Daguin P. A., Cours de physique élémentaire avec les applications a la météorologie , E. Privat, Toulouse, 1863, pag. 493, fig. 488
Despretz C., Traité élémentaire de physique, Méquignon-Marvis, Libraire-éditeur, Paris, 1832, pag. 415, Tav. 9, fig. 229
Drion Ch. - Fernet E., Traité de physique élémentaire, G. Masson éditeur, Paris, 1877, pag. 375, fig. 331
Galileo Officine, Apparecchi per l'insegnamento della fisica, Officine Galileo, Firenze, 1929, pag. 175, fig. 5421
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1861, pag. 467, fig. 435
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1883, pag. 549, fig. 604
Jamin J., Piccolo trattato di fisica, B. Pellerano, Napoli, 1880, pag. 320, fig. 255
Joubert J., Traité Élémentaire d'electricité, G. Masson Éditeur, Paris, 1889, pag. 59, fig. 40
Magrini R., Apparecchi per l'insegnamento della fisica, Officine Galileo, Firenze, 1940, pag. 255, fig. N1063
Matteucci C., Lezioni di fisica, Rocco Vannucchi, Pisa, 1847, pag. 181, Tav. 1, fig. 95
Milani G., Corso elementare di fisica e meteorologia, Editori della biblioteca utile, Milano, 1869, Vol. 5, pag. 164, fig. 83
Murani O., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei e degli istituti tecnici, Heopli, Milano, 1906, Vol. 2, pag. 310, fig. 276
Pinto L., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei, Cav. Antonio Moreno editore, Napoli, 1892, pag. 531, fig. 523
Premoli P., Nuovo dizionario illustrato di elettricit&agreve; e magnetismo, Soc. Editrice Sonzogno, Milano, 1904, Vol. 1, pag. 90, fig. 128
Privat Deschanel A. - Pichot, Trattato elementare di fisica, Fratelli Dumolard, Milano, 1871, pag. 460, fig. 421
Ròiti A., Elementi di fisica, Le Monnier, Firenze, 1908, Vol. 2, pag. 104, fig. 62
Resti E., Catalogo generale di apparecchi per l'insegnamento della fisica, Ditta Emilio Resti di Franco Brambilla, Pubblicazi, Milano, 1930, pag. 69, fig. 347
Zambra B., I principj e gli esperimenti della fisica, Francesco Vallardi, Milano, 1854, Vol. 2, pag. 357, fig. 262
Zantedeschi F., Trattato di fisica elementare, Tipografia Armena S. Lazzaro, Venezia, 1843/45, Vol. 3/I, pag. 145, Tav. II, fig. 33
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.