Immagine Immagine


Fotometro a riflessione
Datazione1859 - 1860
I fotometri sono strumenti ideati per comparare, in questo caso in termini relativi, l'intensità luminosa di due sorgenti. Questo modello a riflessione (all'interno vi è uno specchio composito) è uno dei più semplici (e imprecisi). Il suo funzionamento si basa sul fatto che l'intensità luminosa decresce con il quadrato della distanza. Il dispositivo venne inventato nel 1825 da William Ritchie.
Pagina del Museo Virtuale museo.liceofoscarini.it/virtuale/fotometroritchie.phtml
CataloghiVoce
Inv. 2016 706Fotometro a riflessione          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925b51Vecchio fotometro - Causa richiesta scarico: fuori uso
Inv. 1870154Vecchio fotometro
Programmi54Fotometro di Ritchie
Sezioneottica
VetrinaJ
Stato di
conservazione
Completo(?)
Funzionante P
Integro
Larghezza52 cm
Profondità11 cm
Altezza28 cm
Materiali argento, legno, vetro
Fonti
Giordano G., Trattato elementare di fisica sperimentale e di fisica terrestre, Stabilimento tipografico di Federico Vitale, Napoli, 1862, Vol. 2, pag. 236, fig. 212.
Sella G. V., Plico del fotografo. Trattato teorico-pratico di fotografia, G. B. Paravia, Torino, 1863, pag. 160, fig. 50.
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.