Immagine Immagine


Pila a corona di tazze
Datazione1826 - 1827
La cosiddetta pila a corone di tazze è anche nota col nome di pila Wollaston, dal nome del fisico William Wollaston (1766-1828). Questa pila fu una evoluzione della pila voltiana. La pila è ciò che resta di una grande pila a corona di ben 1000 elementi ospitata in due "armadi". Probabilmente il basamento in legno è un pezzo superstite della custodia.
Pagina del Museo Virtuale museo.liceofoscarini.it/virtuale/pilacorona.phtml
CataloghiVoce
Inv. 2016 591Pila a corona di tazze          Numerazione provvisoria!
Inv. 1870275aPila a corona di tazze
Inv. 1838375Un apparato voltiano a corona di tazze ed a piastre cilindriche e due armadi che gli servono di spstegno e di custodia
Inv. 1818515Un apparato voltiano a corona di tazze ed a piastre cilindriche e due armadi che gli servono di spstegno e di custodia
Sezioneelettrochimica
VetrinaN
Stato di
conservazione
Incompleto
Funzionante
Integro
Larghezza56 cm
Profondità26 cm
Altezza9 cm
Materiali ottone, zinco, rame, legno, vetro
Fonti
Besso B., Le grandi invenzioni antiche e moderne, Fratelli Treves, Milano, 1875, Vol. 3, pag. 93, fig. 103.
Biot G.B., Trattato elementare di fisica sperimentale, Tipografia del giornale enciclopedico, Napoli, 1818, Vol. 3, pag. 197, Tav. I, fig. 54.
Cazin A., Traité théorique et pratique des piles électriques, Gauthier-Villars, Paris, 1881, pag. 96, fig. 23.
Drion Ch. - Fernet E., Traité de physique élémentaire, G. Masson éditeur, Paris, 1877, pag. 421, fig. 386.
Martinelli M., Le pile elettriche e loro applicazioni, E. Bignami & C., Milano, 1910, pag. 58, fig. 13.
Milani G., Corso elementare di fisica e meteorologia, Editori della biblioteca utile, Milano, 1869, Vol. 6, pag. 17, fig. 4.
Prestiti concessi
1) Un sistema periodico da Amedeo Avogadro a Primo Levi. Torino, dal 22/03/2001 al 13/05/2001, Torino;
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.