Immagine Immagine


Ricettore di telegrafo Morse
Datazione1853 - 1854
Lo strumento era il cosiddetto "ricettore" (unità scrivente) di un telegrafo Morse definito "completo" nell'inventario del 1838. Il telegrafo più famoso fu quello dell’inventore americano Samuel F. Morse (1791-1872). Il telegrafo manca del manipolatore (unità trasmittente) originale, il quale è stato rifatto grossomodo in copia nel 1933.
Pagina del Museo Virtuale museo.liceofoscarini.it/virtuale/telmorse289.phtml
CataloghiVoce
Inv. 2016 509Ricettore di telegrafo Morse          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a197Telegrafo Morse completo
Inv. 1870289Telegrafo Morse completo
Programmi6Telegrafo elettro-magnetico di Morse
Inv. 1838743Telegrafo elettro-magnetico di Morse
Sezioneelettrodinamica
VetrinaN
Stato di
conservazione
Incompleto
Funzionamento NV
Integro
Larghezza30 cm
Profondità14 cm
Altezza34 cm
Materiali ottone, rame, legno, carta, seta, lacca
Fonti
Drion Ch. - Fernet E., Traité de physique élémentaire, G. Masson éditeur, Paris, 1877, pag. 506, fig. 473.
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1861, pag. 541, fig. 514.
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1883, pag. 650, fig. 714.
Joubert J., Traité Élémentaire d'electricité, G. Masson Éditeur, Paris, 1889, pag. 409, fig. 307.
Milani G., Corso elementare di fisica e meteorologia, Editori della biblioteca utile, Milano, 1869, Vol. 6, pag. 229, fig. 143.
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.