Immagine Immagine


Accendilume elettrico
DatazioneAntecedente 1818
Questo dispositivo fu inventato nel 1777 circa da Alessandro Volta ed è l'antenato del moderno accendino, visto che ne condivide il principio di funzionamento (incendiare un gas tramite scintilla per permettere di accendere altri corpi). Il gas infiammabile utilizzato è idrogeno. Entro il cassetto è collocato un elettroforo.
Pagina del Museo Virtuale museo.liceofoscarini.it/virtuale/accendilumeele.phtml
CataloghiVoce
Inv. 2016 457Accendilume elettrico          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a222Accendilume elettrico
Inv. 1870337Accendilume elettrico
Inv. 1838239Apparato per l'accensione del cerino e del solfanello
Inv. 1818313Apparato per l'accensione del cerino e del solfanello
Sezioneelettrostatica
VetrinaO
Stato di
conservazione
Completo
Non funzionante
Danneggiato
Larghezza24 cm
Profondità24 cm
Altezza52 cm
Materiali ottone, zinco, legno, vetro, lacca, cera
Fonti
Besso B., Le grandi invenzioni antiche e moderne, Fratelli Treves, Milano, 1875, Vol. 3, pag. 80, fig. 93.
Despretz C., Traité élémentaire de physique, Méquignon-Marvis, Libraire-éditeur, Paris, 1832, pag. 400, Tav. 9, fig. 225.
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.