Immagine Immagine


Supporto con pendoli
DatazioneAntecedente 1818 (II metà XVIII sec.)
Lo strumento serviva per lo studio delle leggi che governano le piccole oscillazioni del pendolo. Le funi che sorreggono le masse (due sfere di legno e due d'ottone) sono allungabili o accorciabili a piacere, in modo da variare la cosiddetta lunghezza del pendolo. Esse sono avvolte su dei rocchetti d'ottone. Il dispositivo è stato ottenuto in da incerta modificando una macchina appartenente alla collezione dell'Abate Traversi e che nell'inventario del 1838 con nota autografa a margine della voce risulta "inservibile".
Pagina del Museo Virtuale museo.liceofoscarini.it/virtuale/pendoli.phtml
CataloghiVoce
Inv. 2016 128Supporto con pendoli          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a247Supporto con pendoli
Inv. 1870398Supporto con pendoli
Inv. 1838453Macchina per misurare le forze vive dei corpi cadenti dalle fosse prodotte dai medesimi nelle materie cedenti, le altezze delle quali sono segnate sì in pollici del vecchio piede di Parigi che in decimetri
Inv. 181841Macchina per misurare le forze vive de' corpi cadenti dalle fosse prodotte dai medesimi nelle materie cedenti, le altezze delle quali sono segnate sì in pollici del vecchio piede di Parigi che in decimetri
Sezionemeccanica
VetrinaIn sala
Stato di
conservazione
Incompleto
Funzionante D
Integro R
Larghezza59 cm
Profondità49 cm
Altezza170 cm
Materiali ottone, legno, spago
Fonti
Battelli A. - Cardani C., Trattato di fisica sperimentale ad uso delle università, Francesco Vallardi, Milano, 1922, Vol. 1, pag. 120, fig. 91.
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1861, pag. 39, fig. 32.
Ganot A., Trattato elementare di fisica sperimentale e applicata e di meteorologia, Francesco Pagnoni, Milano, 1883, pag. 45, fig. 44.
Restauri
1) Restauro presso il Laboratorio del restauro dello strumento di interesse storico - Lotto I. Università degli Studi di Urbino, dal 21/09/2009 al 30/09/2010, Urbino;
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.