Immagine Immagine


Dischi per l'adesione
Datazioneluglio 1877
Questo semplicissimo apparato ha il compito di mettere in evidenza la forza molecolare che si esercita tra le particelle di due corpi (generalmente diversi) messi a contatto. Uno dei due dischi veniva ancorato ad un supporto utilizzando un tratto di spago. Schiacciando fortemente i due dischi tra di loro, si poteva osservare che essi rimanevano uniti, segno questo che tra le molecole a livello delle superfici agivano delle forze in grado di opporsi alla forza peso che tende ovviamente a far cadere al suolo il disco non vincolato. Volendo, sospendendo delle masse al gancio del disco inferiore, si poteva misurare quantitativamente la forza d'adesione. Tuttavia si potevano ottenere forze d'adesione maggiori del caso per così dire a secco bagnando con dell'acqua le superfici dei due dischi.
Pagina del Museo Virtuale museo.liceofoscarini.it/virtuale/discade438.phtml
CataloghiVoce
Inv. 2016 129Dischi per l'adesione          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a260Lastre di vetro per le esperienze sull'adesione
Inv. 1870438Lastre di vetro per le esperienze sull'adesione
Sezionemeccanica
VetrinaNon esposto
Stato di
conservazione
Completo
Funzionamento NV
Integro
Diametro10 cm
Altezza1 cm
Materiali vetro
Fonti
Milani G., Corso elementare di fisica e meteorologia, Editori della biblioteca utile, Milano, 1869, Vol. 2, pag. 107, fig. 63.
Pinto L., Trattato elementare di fisica compilato ad uso dei licei, Cav. Antonio Moreno editore, Napoli, 1892, pag. 11, fig. 10.
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.