Immagine Immagine


Modello di vite
Datazione29 giugno 1915
La vite è una delle macchine semplici (deriva dal piano inclinato) di tipo vantaggioso, cioè permette di compiere un lavoro grazie a una vantaggio di forza (ma lo scotto da pagare è uno spostamento più lungo). Attaccato un peso alla testa della vite e posizionate le estremità del parallelepipedo di legno presso i bordi di due supporti, si poteva sollevare con poco sforzo il preso ruotando la vite. La vite trova innumerevoli applicazioni nella manovra di organi meccanici e nell'accoppiamento tra elementi.
Pagina del Museo Virtuale museo.liceofoscarini.it/virtuale/modvite.phtml
CataloghiVoce
Inv. 2016 147Modello di vite          Numerazione provvisoria!
Inv. 1925a491Modello di vite N° 4008
Inv. 1870807Modello di vite N° 4008
Sezionemeccanica
VetrinaC
Stato di
conservazione
Completo
Funzionante
Integro
Larghezza14 cm
Profondità6 cm
Altezza28 cm
Materiali legno
Fonti
Battelli A. - Cardani C., Trattato di fisica sperimentale ad uso delle università, Francesco Vallardi, Milano, 1922, Vol. 1, pag. 98, fig. 84.
Biot G.B., Trattato elementare di fisica sperimentale, Tipografia del giornale enciclopedico, Napoli, 1818, Vol. 1, pag. 64, Tav. I, fig. 24.
Despretz C., Traité élémentaire de physique, Méquignon-Marvis, Libraire-éditeur, Paris, 1832, pag. 59, Tav. 2, fig. 41.
Privat Deschanel A. - Pichot, Trattato elementare di fisica, Fratelli Dumolard, Milano, 1871, pag. 65, fig. 61.
Venturoli G., Elementi di meccanica e d'idraulica, Paolo Emilio Giusti, Mantova, 1817/18, Vol. 1, pag. 522, Tav. VI, fig. 61.
Le indicazioni aggiuntive che integrano le voci relative allo stato di conservazione hanno il seguente significato:
(?) = forse completo; M = manutenzione; P = parziale; R = restaurato; D = usato per la didattica; NV = non verificato; X = verifica di funzionamento impossibile.