termodinamica - igrometri
Igrometro di Saussure
SCHEDA TECNICA
INVENTARISTATO
Igrometro di Saussure
Igrometro di Saussure
1818Nº //
1838Nº //
P.A.Nº //
1870580
1925a341
Incompleto
Integro
Non funzionante
Dimensioni
MATERIALI: ottone, zinco, mercurio, vetro, lacca
BIBLIOGRAFIA & PRESTITI
DATABASE
Datazione: ottobre 1889
Non esposto
Descrizione          Funzionamento: spiegazione - verifica          Testi&Curiosità


Immagine, Malfi, © D 2008
Fonti
Biot G.B. (1818) Vol. 2, pag. 224, fig. 66
Bouchardat A. (1851) pag. 188, fig. 66
Clerc A. (1885) pag. 504, fig. 66
Despretz C. (1832) pag. 240, fig. 66
Drion Ch. - Fernet E. (1877) pag. 286, fig. 66
Ganot A. (1861) pag. 231, fig. 66
Ganot A. (1883) pag. 285, fig. 66
Giordano G. (1862) Vol. 1, pag. 353, fig. 66
Jamin J. (1880) pag. 763, fig. 66
Privat Deschanel A. - Pichot (1871) pag. 341, fig. 66
Ròiti A. (1908) Vol. 1, pag. 552, fig. 66
Zantedeschi F. (1846) Vol. 1, pag. 392, fig. 66
 

Alcune sostanze organiche come i capelli hanno la caratteristica di allungarsi o di accorciarsi in funzione della quantità di acqua da esse assorbita. Sfruttando questo fenomeno (metodi per misurare l'umidità relativa) si può costruire un igrometro detto ad assorbimento o più noto col nome del suo costruttore (1783), Horace Bénédict de Saussure (1740-1799), o più semplicemente detto "igrometro a capello".

Le variazioni di lunghezza del capello erano evidenziate da un ago mobile che faceva anche da indice, muovendosi su una scala graduata da 0 (assenza d'umidità) a 100 (massima umidità). Il pesetto per la trazione del capello è andato purtroppo perduto, così come il capello.