ottica - lenti
Lente divergente
SCHEDA TECNICA
INVENTARISTATO
Due lenti montate in ottone
Menisco divergente
Menisco divergente
1818Nº //
1838708
P.A.Nº //
1870173
1925a118
Completo
Integro
Funzionante
Dimensioni
MATERIALI: ottone, vetro, lacca
BIBLIOGRAFIA & PRESTITI
DATABASE
Datazione: 1845 - 1846
Nel Museo A. M. Traversi - Vetrina J
Descrizione          Funzionamento: spiegazione - verifica          Testi&Curiosità


Immagine, Malfi, © D 2008
Fonti
Bouchardat A. (1851) pag. 405, fig. 154
 

Si trattava di una lente divergente in vetro capace di ruotare attorno all'asse di sospensione. In ottica con la parola menisco si indica una particolare lente sottile le cui superfici sono porzioni di sfera e unite in modo da avere il dosso dalla stessa parte. Nel caso dello strumento, il menisco è più spesso ai bordi che al centro e quindi la lente è divergente ("allarga" i raggi luminosi che la attraversano).

La determinazione del fuoco è meno immediata rispetto a una lente convergente (Lente biconvessa su piede di ottone). Il fuoco è dalla parte da cui provengono i raggi solari e non oltre la lente. In una lente divergente l'immagine di un oggetto è sempre virtuale (non raccoglibile su uno schermo), diritta e più piccola dell'oggetto.