Meccanica - Dispositivi a pendolo
Pendola di Miotti
SCHEDA TECNICA
INVENTARISTATO
Orologio verticale del Dr. Miotti
Orologio verticale del Dr. Miotti
Orologio a pendolo che batte i secondi
Orologio a pendolo che batte i secondi
1818411
1838296
P.A.Nº //
1870347
1925a227
Completo
Integro
Funzionante P
Dimensioni
MATERIALI: ottone, oro, piombo, ferro, vetro, spago
BIBLIOGRAFIA & PRESTITI
DATABASE
Datazione: Antecedente 1818 (II metà XVIII sec.)
Costruttore: Vincenzo Miotti (1712-1787)
Non esposto
Descrizione          Funzionamento: spiegazione - verifica          Testi&Curiosità


Immagine, Malfi, © D 2008
 

Il pendolo trovò ben presto applicazione negli orologi, detti appunto a pendolo. Questa pendola è lavoro dell'abate Vincenzo Miotti (1717-1787) ed apparteneva alla collezione privata di strumenti dell'abate Traversi, poi donata al gabinetto di fisica dell'istituto.

Il peso in ottone unito all'asta in legno del pendolo può essere alzata e abbassata a piacere, al fine di modificare la lunghezza ridotta del pendolo composto e quindi aggiustare il periodo di oscillazione in funzione dell'ubicazione dell'orologio e delle grandezze modificanti, prima tra tutte la temperatura. Due pesi collegati tra loro con uno spago costituiscono il "motore" dell'orologio, il cui quadrante è a sei ore (lancetta grande) con avanzamento per minuti (corona interna) e scansione dei secondi (lancetta piccola e corona esterna).