ottica - polariscopi
Polariscopio di Savart
SCHEDA TECNICA
INVENTARISTATO
Polariscopio di Savart
Polarizzatore su piede d'ottone
Polarizzatore su piede d'ottone
1818Nº //
1838580
P.A.Nº //
1870197
1925a139
Completo
Integro
Funzionante
Dimensioni
MATERIALI: ottone, piombo, vetro, lacca, sughero, cristalli
BIBLIOGRAFIA & PRESTITI
DATABASE
Datazione: 1842 - 1843
Nel Museo A. M. Traversi - Vetrina H
Descrizione          Funzionamento: spiegazione - verifica          Testi&Curiosità


Immagine, Malfi, © D 2008
Fonti
Battelli A. - Cardani C. (1923) Vol. 2, pag. 841, fig. 667
 

Dal punto di vista dell'ottica moderna un polarizzatore è uno strumento in grado di polarizzare la luce che lo attraversa oppure di consentire l'analisi di stati di polarizzazione della luce che penetra attraverso i suoi elementi costituenti. Lo strumento esposto veniva impiegato a tale scopo. La presenza infatti del goniometro consentiva di misurare gli angoli di polarizzazione.

Accanto a sistemi ottici per la corretta messa a fuoco dell'immagine, l'elemento fondamentale per un polarizzatore è il corpo polarizzante. In genere si trattava di una lastra di vetro opportunamente orientata (Polariscopio di Nörrenberg e Polariscopio di Biot) o, come in questo caso, di un prisma birifrangente (Prisma birifrangente con tubo d'ottone). Secondariamente si aveva l'analizzatore, che qui è un prisma birifrangente. Si segnala inoltre che all'interno del tubo d'ottone può essere sostituito il cristallo al fine di permettere diverse analisi di polarizzazione.