onde - ottica
Pezzi in vetro di uranio
SCHEDA TECNICA
INVENTARISTATO
Cubo e vaso parallelepipedo di vetro di uranio. Prisma e lente a quarzo ed altri oggetti per fenomeni di fluorescenza
Pezzi in vetro di uranio
Pezzi in vetro d'uranio
1818Nº //
1838Nº //
P.A.71/72
1870207
1925a149
Completo
Integro
Funzionante
Dimensioni
MATERIALI: uranio, ferro, legno, vetro
BIBLIOGRAFIA & PRESTITI
DATABASE
Datazione: 1861 - 1862
Nel Museo A. M. Traversi - Vetrina H
Descrizione          Funzionamento: spiegazione - verifica          Testi&Curiosità


Immagine, Malfi, © D 2008
 

Dopo la scoperta dell'uranio come elemento (1789), circa cinquant'anni dopo venne impiegato come colorante per vetri. Oltre alla radioattività (comunque debole) questo tipo di vetri hanno la caratteristica di manifestare la fluorescenza. Sottoposti alla luce ultravioletta, i vetri all'uranio emettono luce di colore verde ovvero manifestano una luminescenza verde. Alcuni tubi di Geissler, al passaggio della scarica elettrica, si illuminavano con la stessa luce nelle sezioni formate con vetro all'uranio.

A differenza della fosforescenza (Telaio con tubi fosforescenti), la fluorescenza cessa al venir meno della causa eccitante. Il fenomeno si spiega con l'eccitamento subito dagli atomi nell'assorbire l'energia incidente e al suo rilascio attraverso l'emissione, sempre sotto forma di radiazione elettromagnetica, ma con diversa lunghezza d'onda e nel campo del visibile.